Il linguaggio di programmazione Delphi
 

Web app in Delphi con Delphi
1 | 2 |

Stefano 18 Feb 2017 21:32
"React is the library created by Facebook to manage user interfaces ******* the
famous social network. In this talk we'll se how you can
develop Web applications with a highly dynamic and performing UI
connected to a Web API provided by a Delphi backend"

Leggendo questa nota, mi sono incuriosto; anche perche' dovrei
aggiungere la parte Web ad un applicativo gia' in essere, e non posso
certo mettermi a rifare tutto in C# (Xamarin) o altro.

Cercando non ho trovato (ancora) come utilizzare React in Delphi.

Avete notizie su dove reperire documentazione.
Morde 19 Feb 2017 13:53
On 18.02.2017 21:32, Stefano wrote:
> Leggendo questa nota, mi sono incuriosto; anche perche' dovrei
> aggiungere la parte Web ad un applicativo gia' in essere, e non posso
> certo mettermi a rifare tutto in C# (Xamarin) o altro.

Se hai seguito il ng recentemente sai già perchè delphi -IMHO- non è
adatto per questo tipo di sviluppo (vedi tiobe index story e Gartner
*****ysis).

Il mio consiglio è di sviluppare la parte web con strumenti più adatti e
di integrare dentro il tuo gestionale tale parte tramite un componente
wrapper di un web browser.

--
Morde
4ndre4 19 Feb 2017 14:04
On Saturday, 18 February 2017 20:32:35 UTC, Stefano wrote:

[...]
> Cercando non ho trovato (ancora) come utilizzare React in Delphi.

Cosa vuol dire "usare React in Delphi"?
Il talk che hai citato credo illustri come creare un'applicazione web in cui per
l'UI viene impiegato React, ma Delphi per il backend, quindi non e` su come
"usare React in Delphi". Specifica meglio quello che vuoi fare. Il front end web
di qualunque sistema, ormai, prescinde dal backend. Di solito usi una tecnologia
basata su HTML5/JavaScript (il framework, se Angular o React, per esempio) lo
decidi tu. Se si interfaccia al server mediante una REST API, il server sei
libero di implementarlo come vuoi.
Delta11 19 Feb 2017 18:05
On 02/18/2017 09:32 PM, Stefano wrote:
> "React is the library created by Facebook to manage user interfaces
> ******* the famous social network. In this talk we'll se how you can
> develop Web applications with a highly dynamic and performing UI
> connected to a Web API provided by a Delphi backend"
>
> Leggendo questa nota, mi sono incuriosto; anche perche' dovrei
> aggiungere la parte Web ad un applicativo gia' in essere, e non posso
> certo mettermi a rifare tutto in C# (Xamarin) o altro.
>
> Cercando non ho trovato (ancora) come utilizzare React in Delphi.
>
> Avete notizie su dove reperire documentazione.

prova con cobolscript è fantastico!

--
Ripristinare il trattato di Vienna è imperativo!
W IL LOMBARDO-VENETO.
W LA LIBERTA'.
ONORE E GLORIA A S.M. CARLO D'ASBURGO-LORENA!!!
Stefano 19 Feb 2017 19:57
Il 19/02/2017 18:05, Delta11 ha scritto:
>> [...]
>>> Avete notizie su dove reperire documentazione.
>>
>> prova con cobolscript è fantastico!
>>
un paio di c.............
Alberto Salvati 20 Feb 2017 08:48
Delphi non è adatto allo sviluppo web, almeno non per la parte di front-end.
Qualunque persona tu dovessi incontrare che sostiene il contrario è da
IGNORARE.

> aggiungere la parte Web ad un applicativo gia' in essere, e non posso
> certo mettermi a rifare tutto in C# (Xamarin) o altro.

Quindi, non potendo usare delphi, l'alternativa è il "non fare"?


A.
Enrico Bianchi 20 Feb 2017 10:17
On 2017-02-18, Stefano <uristefano@yahoo.it> wrote:

> Cercando non ho trovato (ancora) come utilizzare React in Delphi.

React devi utilizzarlo come frontend, ovvero crei un backend in Delphi che
risponde tramite e.g. REST API e poi, mediante PHP, Python, Ruby, Java, Go,
crei una webapp che sfrutta React per servire i contenuti (personalmente ti
consiglio di usare, nell'ordine, Go, Java o Python per scrivere la webapp)

Enrico
Alberto Salvati 20 Feb 2017 10:42
> crei una webapp che sfrutta React per servire i contenuti (personalmente ti
> consiglio di usare, nell'ordine, Go, Java o Python per scrivere la webapp)


...addirittura GO prima di java...

Posso chiederti perchè?

A.
4ndre4 20 Feb 2017 10:54
On Monday, 20 February 2017 09:42:48 UTC, Alberto Salvati wrote:

[...]
> ...addirittura GO prima di java...

Go e` un ottimo linguaggio, che ha la meta` degli anni di Java e che sta
crescendo bene. Molti validi progetti (Docker e Kubernetes in primo luogo) sono
scritti in Go. Benche` Java sia ancora il linguaggio piu` usato, e` abbastanza
vecchiotto. Val la pena esplorare nuovi linguaggi per cose nuove. Non
necessariamente per necessita`, ma per arricchimento personale.
Enrico Bianchi 20 Feb 2017 11:18
On 2017-02-20, Alberto Salvati <zzzato@gmail.com> wrote:

> ...addirittura GO prima di java...

In effetti ci starebbe bene anche Python prima di Java...

> Posso chiederti perchè?

Perché, a fronte di una sintassi semplice ed immediata, e a fronte di una
velocità esecuzione pari a quella di Delphi (il codice viene compilato in un
binario PE/Elf), non hai i problemi di Python (deploy, ram) né i problemi di
Java (ram), con il vantaggio di avere un linguaggio pensato anche e soprattutto
per la programmazione concorrente

Enrico
Morde 20 Feb 2017 11:21
On 20.02.2017 10:42, Alberto Salvati wrote:

>
> ...addirittura GO prima di java...
>
> Posso chiederti perchè?
>

Appunto, sono interessato anche io alle motivazioni.
Essere un early adopter può portarti in vantaggio sulla concorrenza, ma
può anche portarti a questo: http://oi64.tinypic.com/6oexe8.jpg



--
Morde
Enrico Bianchi 20 Feb 2017 12:26
On 2017-02-20, 4ndre4 <a.laforgia@gmail.com> wrote:

> Benche` Java sia ancora il linguaggio piu` usato, e`
> abbastanza vecchiotto.

Più che altro Go lo vedo bene proprio per chi proviene da Delphi, in quanto si
trova un linguaggio molto simile a quello che ha lasciato ed ha comunque un
linguaggio che, come dici, sta crescendo bene (in particolare, lato web ha
abbastanza librerie, e benché sia consigliabile più per creare REST API, va
bene anche per webapp complete). Inoltre, le goroutines e i channel sono
qualcosa di ben fatto che permettono una scalabilità abbastanza semplice e
veloce

Enrico
ca75 20 Feb 2017 12:59
Enrico Bianchi ha scritto:
> On 2017-02-18, Stefano <uristefano@yahoo.it> wrote:
>
>> Cercando non ho trovato (ancora) come utilizzare React in Delphi.
>
> React devi utilizzarlo come frontend, ovvero crei un backend in Delphi che
> risponde tramite e.g. REST API e poi, mediante PHP, Python, Ruby, Java, Go,
> crei una webapp che sfrutta React per servire i contenuti (personalmente ti
> consiglio di usare, nell'ordine, Go, Java o Python per scrivere la webapp)

ho dato un occhio a Go ( prima volta che lo vedo ) andando sul sito
"golang", non mi piace la storia delle dichiarazioni di variabili per
assegnazione, anche se da quanto ho capito si salva in calcio d'angolo.
Se ho capito bene la prima assegnazione deve essere fatta con ':='
altrimenti ti dice variabile non esistente.

Ma questi sono solo gusti personali, preferisco quella del c/pascal.



--
-------------------------------
per scrivere in privato
togliere "1975nosp"

to reply remove "1975nosp"

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
4ndre4 20 Feb 2017 13:18
On Monday, 20 February 2017 10:21:42 UTC, Morde wrote:

[...]
> Appunto, sono interessato anche io alle motivazioni.
> Essere un early adopter può portarti in vantaggio sulla concorrenza, ma
> può anche portarti a questo: http://oi64.tinypic.com/6oexe8.jpg

Il rischio di spararsi nei piedi e` mitigato dalle garanzie che arrivano da
fuori e dall'aria che si respira. Il fatto che molti progetti di successo (vedi
Docker e Kubernetes) siano stati scritti con quel linguaggio e` un'ottima
garanzia. Il fatto che dietro ci siano persone del calibro di Pike e Thompson
sono un'altra ottima garanzia.
Stefano 20 Feb 2017 14:21
Il 20/02/2017 08:48, Alberto Salvati ha scritto:
>> Delphi non è adatto allo sviluppo web, almeno non per la parte di front-end.
>> Qualunque persona tu dovessi incontrare che sostiene il contrario è da
IGNORARE.
>>
Compreso Daniele Teti ? , ho letto delle idee/soluzioni su Delphi Cook
Book, RestFul da pag.174

>>> aggiungere la parte Web ad un applicativo gia' in essere, e non posso
>>> certo mettermi a rifare tutto in C# (Xamarin) o altro.
>>
>> Quindi, non potendo usare delphi, l'alternativa è il "non fare"?
>>
>>
Certo che no , ma ho dato uno sguardo a Visual Stu***** Community, sezione
C#; l'Ide e' di una lentezza spaventosa paragonato a RAD Stu*****.

Quasi faccio prima a usare C# con notepad per creare Asp.Net
4ndre4 20 Feb 2017 14:37
On Monday, 20 February 2017 13:21:17 UTC, Stefano wrote:

[...]
> Compreso Daniele Teti ? , ho letto delle idee/soluzioni su Delphi Cook
> Book, RestFul da pag.174

Teti parla dell'implementazione di un sistema RESTful. Delphi puo` essere usato
(come e` stato gia` detto in questo thread) per sviluppare il back-end. React lo
usi a prescindere da Delphi.
Enrico Bianchi 20 Feb 2017 17:07
On 2017-02-20, ca75 <1975nospca75@libero.it> wrote:

> Se ho capito bene la prima assegnazione deve essere fatta con ':='
> altrimenti ti dice variabile non esistente.

Hai capito a metà ;)
In Go puoi assegnare le variabili dinamicamente (pippo := 1) o staticamente
(var pippo int; pippo = 1), quello che cambia è il contesto e la riassegnazione
(ovvero, se assegni con pippo := 1, successivamente devi usare pippo = 2).
Inoltre, in caso si definiscono delle strutture, devi necessariamente definire
il tipo di ogni campo della struttura

Enrico
Enrico Bianchi 20 Feb 2017 17:15
On 2017-02-20, Stefano <uristefano@yahoo.it> wrote:

> Compreso Daniele Teti ? , ho letto delle idee/soluzioni su Delphi Cook
> Book, RestFul da pag.174

Occhio, un conto è fare una webapp che espone un'API REST con cui ti
restituisce dei dati (solitamente in formato JSON), un altro è fare una
webapp che mostra quei dati all'utente. La prima la fai tranquillamente con
Delphi, per la seconda non solo devi integrarla con Javascript (che è una
******* , ma non conviene nemmeno usare Delphi per il backend

Enrico
ca75 20 Feb 2017 17:50
Enrico Bianchi ha scritto:
> On 2017-02-20, ca75 <1975nospca75@libero.it> wrote:
>
>> Se ho capito bene la prima assegnazione deve essere fatta con ':='
>> altrimenti ti dice variabile non esistente.
>
> Hai capito a metà ;)

Prima volta che lo vedo e arrivo a metà :)

comunque grazie per la spiegazione.



--
-------------------------------
per scrivere in privato
togliere "1975nosp"

to reply remove "1975nosp"

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
4ndre4 20 Feb 2017 18:04
On Monday, 20 February 2017 16:50:49 UTC, ca75 wrote:

[...]
> Prima volta che lo vedo e arrivo a metà :)

Diciamo che hai capito a meta` l'argomento basilare di ogni linguaggio di
programmazione: l'assegnazione di variabili.

Questo dovrebbe farti riflettere.
ca75 20 Feb 2017 18:59
4ndre4 ha scritto:
> On Monday, 20 February 2017 16:50:49 UTC, ca75 wrote:
>
> [...]
>> Prima volta che lo vedo e arrivo a metà :)
>
> Diciamo che hai capito a meta` l'argomento basilare di ogni linguaggio di
programmazione: l'assegnazione di variabili.
>
> Questo dovrebbe farti riflettere.

Mi riferivo alla sintassi di come si crea una variabile.



--
-------------------------------
per scrivere in privato
togliere "1975nosp"

to reply remove "1975nosp"

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Alberto Salvati 21 Feb 2017 09:15
> Compreso Daniele Teti ?

Con tutto il rispetto per Daniele, che fai, ti fidi di guru (o presunti tali)
che non saranno li con te "by night" qualora (non te lo auguro: ci mancherebbe!)
dovessi trovarti nella *******
E poi, scusami, ma chiedere a Daniele e/o altre persone Embarcadero se delphi va
bene per fare una tal cosa non lo trovi molto simile a chiedere all'oste se il
vino è buono?


, ho letto delle idee/soluzioni su Delphi Cook
> Book, RestFul da pag.174

Onestamente, non ho MAI comprato libri su delphi, e quindi non conosco il testo
che stai citando.
Alcune osservazioni:

1) la tua citazione non spiega se parliamo di backend, frontend o entrambi

2) il fatto che si POSSA fare una cosa non vuol necessariamente dire che si
DEBBA fare quella tal cosa

3) investire OGGI su delphi è FOLLIA

4) chiediti se questo attaccamento a delphi cozza-style è basato su motivi
OGGETTIVI o se non sia semplice timore di lasciare il porto sicuro

5) so per certo di un application server REST scritto in delphi;
un mio cliente se lo è fatto sviluppare non ricordo da chi, ma è solo un
back-end, usato poi da una applicazione web scritta in html5.

6) dulcis in fundo, nel libro si PARLA o c'è un qualcosa di web, completo di
backend, frontend ed eventuale db che tu poi compili, lanci e lo vedi FUNZIONARE
come si deve a prescindere dal browser?

>>> Quindi, non potendo usare delphi, l'alternativa è il "non fare"?
> Certo che no
> ma ho dato uno sguardo a Visual Stu***** Community, sezione
> C#; l'Ide e' di una lentezza spaventosa paragonato a RAD Stu*****.

Non citi la versione di rad-stu***** ne quella di vs community e non hai
indicato di quale *****ware stiamo parlando.

Ti do alcuni dati "sulla mia pelle"...

sul mio notebook personale ho xe7 e vs community ( oltre a android stu*****,
netbeans, videostu***** pro di corel, office, mysql con relativa workbench e
altre amenità..)

ho una soluzione in c# composta da 8 diversi progetti (non pesantissimi,lo
ammetto) di cui 6 librerie di classi e 2 eseguibili.

Poi ho una applicazione delphi non leggerissima ma nemmeno tanto pesante.
Sono circa 80 form, tanto per darti un idea, firedac, database mysql.

Bene, alla lunga ze7 si "siede", e nota che sto compilando a 32 bit.
il mio notebook è un i7, 32 giga di ram, disco primario ssd samsung pro, disco
secondario da 7200 rpm e scheda grafica integrata intel con un giga di ram
ovviamente non condivisa(è un zbook hp di circa 2 anni fa "potenziato"..)

Per contro, da un mio cliente uso berlin per un prodotto software non b*****e
(parliamo di BI); pochissimi form ma molte classi di logica.
Bene..
A parte che ho notato una certa instabilità, berlin si siede.
Certo, il pc non è comparabile con il mio notebook.
Ma con xe3 questa lentezza, a parità di *****ware, non la ricordo.


> Quasi faccio prima a usare C# con notepad per creare Asp.Net

Adesso non esageriamo...! :-)


Non esiste solo delphi o c# o asp.net.
Non esiste solo windows.
Non esiste solo SqlServer....
etc etc etc

A.
4ndre4 21 Feb 2017 13:51
On 21/02/2017 08:15, Alberto Salvati wrote:

[...]
> E poi, scusami, ma chiedere a Daniele e/o altre persone Embarcadero se delphi
va bene per fare una tal cosa non lo trovi molto simile a chiedere all'oste se
il vino è buono?

Precisiamo ancora una volta che in quel libro Daniele Teti non sta
parlando di Delphi quale tecnologia di sviluppo front-end. Sta parlando
di un sistema RESTful e del *backend* in Delphi. Cito testualmente:

"This recipe uses the Delphi MVC Framework, a Delphi open source
framework based on WebBroker that allows you to create powerful RESTful
web services." (pag. 175)

--
4ndre4
Emanuele Desideri 22 Feb 2017 09:30
Enrico Bianchi ha detto questo lunedì :

> (personalmente ti consiglio di usare, nell'ordine, Go, Java o Python per
> scrivere la webapp)

scusate l'ignoranza, ma sono curioso, per quanto riguarda la parte di
front-end, volendo utilizzare un IDE "RAD" (non so se è il termine
corretto) ossia che permetta di realizzare interfacce utente in maniera
visuale, su cosa vi orientereste?
Cercando sul web si apre un mondo...qualcuno ha esperienza diretta con
qualche prodotto?
Grazie

--
Emanuele Desideri
4ndre4 22 Feb 2017 10:24
È un'esigenza poco sentita lato web, soprattutto se usi tool come bootstrap.
Oggi poi c'è il responsive programming.
Stefano 22 Feb 2017 13:40
Il 21/02/2017 09:15, Alberto Salvati ha scritto:
>>> Compreso Daniele Teti ?
>>
>> Con tutto il rispetto per Daniele, che fai, ti fidi di guru (o presunti tali)
>> che non saranno li con te "by night" qualora (non te lo auguro: ci
mancherebbe!) dovessi trovarti nella *******
quando capita, non c'e' verso se ne deve uscire da soli .. o affogare.

>> E poi, scusami, ma chiedere a Daniele e/o altre persone Embarcadero se delphi
va bene per fare una tal cosa
>> non lo trovi molto simile a chiedere all'oste se il vino è buono?
a differenza dell'oste, una qualunque affermazione, va in qualche modo
supportata dai fatti

>> Onestamente, non ho MAI comprato libri su delphi, e quindi non conosco il
testo che stai citando.
>> Alcune osservazioni:
>>
>> 1) la tua citazione non spiega se parliamo di backend, frontend o entrambi
>>
> 2) il fatto che si POSSA fare una cosa non vuol necessariamente dire che si
>> DEBBA fare quella tal cosa
certo ma se esiste una possibilit' perche' non provarci.

>>
>> 3) investire OGGI su delphi è FOLLIA
no, a livello desktop client/server e' ancora molto valido; anche per
Android qualcosa si tira fuori.
Ho provato anche un ******* di Delphi multipiattaforma CodeTyphon (Pilot
Logic, compila ma poi creare l'APK da console e' un bel *******
>>
>> 4) chiediti se questo attaccamento a delphi cozza-style è basato su motivi
OGGETTIVI o se non sia semplice timore
>> di lasciare il porto sicuro
molto oggettivi, vorrebbero avere la possibilita' di visualizzare dei
dati via web, a questo proposito mi ricordo di applicativi (D2007) che
usavano Rem Object per agganciare WebService

>>
>> 6) dulcis in fundo, nel libro si PARLA o c'è un qualcosa di web, completo di
backend, frontend ed eventuale db che tu
>>poi compili, lanci e lo vedi FUNZIONARE come si deve a prescindere
dal browser?
niente demo

>>
>>>>> Quindi, non potendo usare delphi, l'alternativa è il "non fare"?
>>> Certo che no
>>> ma ho dato uno sguardo a Visual Stu***** Community, sezione
>>> C#; l'Ide e' di una lentezza spaventosa paragonato a RAD Stu*****.
>>
>> Non citi la versione di rad-stu***** ne quella di vs community e non hai
indicato di quale *****ware stiamo parlando.
RAD Stu***** Berlin 10.1 Update 2 Architect e V.S Commuity 2015, *****ware:
leggi sotto

>>
>> Ti do alcuni dati "sulla mia pelle"...
>>
>> sul mio notebook personale ho xe7 e vs community ( oltre a android stu*****,
netbeans, videostu***** pro di corel, office,
>>mysql con relativa workbench e altre amenità..)
>>
>> ho una soluzione in c# composta da 8 diversi progetti (non pesantissimi,lo
ammetto) di cui 6 librerie di classi e 2 eseguibili.
>>
>> Poi ho una applicazione delphi non leggerissima ma nemmeno tanto pesante.
>> Sono circa 80 form, tanto per darti un idea, firedac, database mysql.
>>
>> Bene, alla lunga ze7 si "siede", e nota che sto compilando a 32 bit.
>> il mio notebook è un i7, 32 giga di ram, disco primario ssd samsung pro,
disco secondario da 7200 rpm e scheda grafica integrata
>>intel con un giga di ram ovviamente non condivisa(è un zbook hp di
circa 2 anni fa "potenziato"..)
Macchina Desktop 16 gb ram, sk.Grafica 2Gb dedicata + driver Catalyst,
cpu AMD A8-6500, so Win10 Pro; oltre RAD Stu***** uso MySQL WorkBench e
IBExpert per Firebird, Photoshop CC (gia' pesante di suo)
La macchina non si siede ne in compilazione, ne' durante l'uso di V.M.

>> Per contro, da un mio cliente uso berlin per un prodotto software non b*****e
(parliamo di BI); pochissimi form ma molte classi di logica.
>> Bene..
>> A parte che ho notato una certa instabilità, berlin si siede.
>> Certo, il pc non è comparabile con il mio notebook.
>> Ma con xe3 questa lentezza, a parità di *****ware, non la ricordo.
>>
Uso Berlin tutto il giorno e non ho avuto problemi di "instabilita' o
piantamenti", come non li avevo con XE7 solo fortuna ?

>>> Quasi faccio prima a usare C# con notepad per creare Asp.Net
>>
>> Adesso non esageriamo...! :-)
>>
mah ? , dopo un'ora di tentativi con V.S Community 2015, progetto C#
WebForm, non sono arrivato a niente (ammetto di non conoscere V.S. ne
che mi sia troppo simpatico al momento),
tentativo di creare una pagina Asp.Net minima; 10 min di notepad ++
e ho creato un ******* .aspx per visualizzare due caselle di testo ed un Button

>>
>> Non esiste solo delphi o c# o asp.net.
>> Non esiste solo windows.
>> Non esiste solo SqlServer....
>> etc etc etc
>>
gia' e' un mondo vario e vasto, dove esiste tutto ed il contrario di tutto.
Alberto Salvati 22 Feb 2017 14:08
> quando capita, non c'e' verso se ne deve uscire da soli .. o affogare.

Certo, ma in genere è meglio EVITARE di arrivare a situazioni del genere.

> a differenza dell'oste, una qualunque affermazione, va in qualche modo
> supportata dai fatti

Onestamente, non ho capito.

>> 2) il fatto che si POSSA fare una cosa non vuol necessariamente dire che si
>>> DEBBA fare quella tal cosa
> certo ma se esiste una possibilit' perche' non provarci.

Giusta osservazione.
La questione è il tempo ed il suo utilizzo nel modo più proficuo, secondo me.
E visto che delphi non nasce di sicuro per web front-end e che sulla parte
backend ci sono tecnologie consolidate etc, secondo me il tempo investito per
fare queste cose in delphi è un COSTO.
Poi, ovviamente (ma non per tutti) ognuno dispone del propio tempo come meglio
crede.


> no, a livello desktop client/server e' ancora molto valido;

Non condivido il tuo punto di vista. Secondo me lo era fino a xe3.

> anche per
> Android qualcosa si tira fuori.

Ad esempio?

> Ho provato anche un ******* di Delphi multipiattaforma CodeTyphon (Pilot
> Logic, compila ma poi creare l'APK da console e' un bel *******
Perchè sbattersi su cose di questo tipo e non su androdd stu***** o
eventualmente xamarin?


> motivi molto oggettivi,

Cioe'?

> vorrebbero


..ehm...Chi..??

> avere la possibilita' di visualizzare dei
> dati via web,

Comer il 90% degli utenti.

> a questo proposito mi ricordo di applicativi

Quali?

> (D2007)

..quindi, così a spanne, saranno 8 anni fa..?


> che
> usavano Rem Object per agganciare WebService

Contenti loro...

>>> 6) dulcis in fundo, nel libro si PARLA o c'è un qualcosa di web, completo
di backend, frontend ed eventuale db che tu
>>>poi compili, lanci e lo vedi FUNZIONARE come si deve a prescindere
> dal browser?
> niente demo

Non so perchè, ma immaginavo.


> Uso Berlin tutto il giorno e non ho avuto problemi di "instabilita' o
> piantamenti", come non li avevo con XE7 solo fortuna ?

Magari fai cose diverse..?
Magari non usi i 64 bit?

>>>> Quasi faccio prima a usare C# con notepad per creare Asp.Net
>>> Adesso non esageriamo...! :-)
> mah ? , dopo un'ora di tentativi con V.S Community 2015, progetto C#
> WebForm,
> non sono arrivato a niente (ammetto di non conoscere V.S. ne
> che mi sia troppo simpatico al momento),

.....Webform????? Grazie al kakkio!
Webform è uno dei tanti "aborti" di microsoft.
L'idea era di sviluppare web come in client/server.
Se vuoi fare sviluppo web in .net, oggi si usa il framework MVC (backend
tipicamente html + javascript, e frontend), WebApi (solo backend).
Ancora, se non puoi usare ste 2 cose, usi WCF.
Io sto usando MVC sul mio notebook e non si siede, salvo che non attivi alcune
opzioni avanzate di debug: allora si, e stranamente, vs ti AVVISA! :-d


> gia' e' un mondo vario e vasto, dove esiste tutto ed il contrario di tutto.

Già. A volte anche troppo... :-P

A.
Stefano 22 Feb 2017 21:25
Il 22/02/2017 14:08, Alberto Salvati ha scritto:
>>> quando capita, non c'e' verso se ne deve uscire da soli .. o affogare.
>>
>> Certo, ma in genere è meglio EVITARE di arrivare a situazioni del genere.
>>
gia' molto salutare

>>> a differenza dell'oste, una qualunque affermazione, va in qualche modo
>>> supportata dai fatti
>>
>> Onestamente, non ho capito.
>>
se Teti/Cantu' o altri affermano che con Rest si puo' fare qualcosa,
giocoforza lo devono dimaostra con il codice, l'Oste solo a parole dice
che il suo vino e' buono

>>>> 2) il fatto che si POSSA fare una cosa non vuol necessariamente dire che si
>>>>> DEBBA fare quella tal cosa
>>> certo ma se esiste una possibilit' perche' non provarci.
>>
>> Giusta osservazione.
>> La questione è il tempo ed il suo utilizzo nel modo più proficuo, secondo
me.
>> E visto che delphi non nasce di sicuro per web front-end e che sulla parte
backend ci sono tecnologie consolidate etc,
>>secondo me il tempo investito per fare queste cose in delphi è un COSTO.
>> Poi, ovviamente (ma non per tutti) ognuno dispone del propio tempo come
meglio crede.
>>
niente da dire hai ragione

>>
>>> no, a livello desktop client/server e' ancora molto valido;
>>
>> Non condivido il tuo punto di vista. Secondo me lo era fino a xe3.
>>
mi piacerebbe approfondire, secondo te sono cambiate le richieste o
peggiorato da XE4 in poi ?

>>> anche per
>>> Android qualcosa si tira fuori.
>>
>> Ad esempio?
>>
App con connessione Db tramite FireDac, non sono difficili, resta FM che
secondo me e' un po' contorto, anche se l'idea di base non e' male,
per creare un componente tipo una sorta si TListBox con Immagini, si
devono gestire 3 componenti diversi, oppure affidarsi a TMS

>>> Ho provato anche un ******* di Delphi multipiattaforma CodeTyphon (Pilot
>>> Logic, compila ma poi creare l'APK da console e' un bel ******* >>
>> Perchè sbattersi su cose di questo tipo e non su androdd stu***** o
eventualmente xamarin?
>>
questo solo per capire cosa si poteva fare con FM

>>
>>> motivi molto oggettivi,
>>
>> Cioe'?
Almeno 2 applicativi gestionali Delphi pesanti (Vetrerie e Compagnie
Assicurazione), il primo ovviamente dare la possibilita' di gestire
magazzino/scorte via Web; il secondo visualizzare polizze / storico
degli attestati di rischio via Web

>>
>>> vorrebbero
>> ..ehm...Chi..??
ovvio, quelli che pagano

>>
>>> avere la possibilita' di visualizzare dei
>>> dati via web,
>>
>> Comer il 90% degli utenti.
>>
gia'

>>> a questo proposito mi ricordo di applicativi
>>
>> Quali?
>>
>>> (D2007)
>>
un applicativo chiamato Millenium (settore Compagnie Assicurazione, per
le agenzie c'era qualcosa di diverso)

>> ..quindi, così a spanne, saranno 8 anni fa..?
>>
>>
>>> che
>>> usavano Rem Object per agganciare WebService
>>
>> Contenti loro...
>>
al'epoca usavano WinXp, Delphi 5 ancora in parte BDE, e le modifiche con
DbExpress, tutto su Db oracle; evidentemente la tecnologia non offriva
molto di piu'

>>>>> 6) dulcis in fundo, nel libro si PARLA o c'è un qualcosa di web, completo
di backend, frontend ed eventuale db che tu
>>>>>poi compili, lanci e lo vedi FUNZIONARE come si deve a prescindere
>>> dal browser?
>>> niente demo
>>
>> Non so perchè, ma immaginavo.
>>
i contro degli ebook

>>
>>> Uso Berlin tutto il giorno e non ho avuto problemi di "instabilita' o
>>> piantamenti", come non li avevo con XE7 solo fortuna ?
>>
>> Magari fai cose diverse..?
>> Magari non usi i 64 bit?
>>
tutto puo' essere, ma ritengo Berlin un buon prodotto

>>>>>> Quasi faccio prima a usare C# con notepad per creare Asp.Net
>>>>> Adesso non esageriamo...! :-)
>>> mah ? , dopo un'ora di tentativi con V.S Community 2015, progetto C#
>>> WebForm,
>>> non sono arrivato a niente (ammetto di non conoscere V.S. ne
>>> che mi sia troppo simpatico al momento),
>>
>> .....Webform????? Grazie al kakkio!
>> Webform è uno dei tanti "aborti" di microsoft.
>> L'idea era di sviluppare web come in client/server.
>> Se vuoi fare sviluppo web in .net, oggi si usa il framework MVC (backend
tipicamente html + javascript, e frontend), WebApi (solo backend).
>> Ancora, se non puoi usare ste 2 cose, usi WCF.
>> Io sto usando MVC sul mio notebook e non si siede, salvo che non attivi
alcune opzioni avanzate di debug: allora si, e stranamente, vs ti AVVISA! :-d
>>
ho visto delle griglie dinamiche , stile desktop fatte in JavaScript;
queste avrebbero un senso, non certo le Table Html statiche
Ma VS ti permette di mescolare codice Html e javascript ?
Stefano 22 Feb 2017 22:54
Il 22/02/2017 14:08, Alberto Salvati ha scritto:
>>[...]
>>> gia' e' un mondo vario e vasto, dove esiste tutto ed il contrario di tutto.
>>
>> Già. A volte anche troppo... :-P
>>
per mescolare le carte aggiungiamo PHP, ora OOP sicuramente idoneo per
creare pagine web dinamiche.
almeno nei casi dove qualcuno si trovi a dover consultare dati tramite
web, si tratta di pagine dinamiche.

cosi' l'ipotetico uso comune
- db unico
- azienda con applicativo desktop
- manager o altro consulta i dati tramite pagine web
oppure
- utente consulta la sua area (turni, note di servizio, programmazione
servizi) via web

visti i casi sopra vale la pena fare un WCF ? , quello che serve non e'
piu' simile ad un WebForm ? PHP puo' ottenere risultati equivalenti ad
Asp.Net forse in modo piu' pulito (manutenzione codice)

e per completare "tutto ed il contrario di tutto", ci sono sostenitori
che indicano Asp.Net non la migliore tecnologia per pagine web, che MS
per ASP.NET abbia copiato PHP, stessa cosa con C# e Java.
Alberto Salvati 23 Feb 2017 08:51
> se Teti/Cantu' o altri affermano che con Rest si puo' fare qualcosa,
> giocoforza lo devono dimaostra con il codice, l'Oste solo a parole dice
> che il suo vino e' buono

Quoto e completo: non un "hello world" REST fatto vedere alla n-esima
presentazione della n-esima versione di delphi.

> mi piacerebbe approfondire, secondo te sono cambiate le richieste o
> peggiorato da XE4 in poi ?

Secondo me, quindi rigorsamente IMHO:

1) rilasci troppo frequenti
2) hanno "pompato" il prodotto aggiungendo le parti per il mobile, e FORSE
questo ha introdotto un po di *******

> App con connessione Db tramite FireDac, non sono difficili, resta FM che
> secondo me e' un po' contorto, anche se l'idea di base non e' male,
> per creare un componente tipo una sorta si TListBox con Immagini, si
> devono gestire 3 componenti diversi, oppure affidarsi a TMS

Mi sono spiegato male..Rewind:
conosci app android sviluppate in delphi che fanno qualcosa di tosto?
Se si, quali?
Notare che i componenti FM non sono componenti NATIVI di android.



>>> Perchè sbattersi su cose di questo tipo e non su androdd stu***** o
> eventualmente xamarin?
>>>
> questo solo per capire cosa si poteva fare con FM

Torniamo all'utilizzo del tempo.





> al'epoca usavano WinXp, Delphi 5 ancora in parte BDE, e le modifiche con
> DbExpress, tutto su Db oracle; evidentemente la tecnologia non offriva
> molto di piu'

Dbx non era male, tranne il driver per MySql.
Fui costretto a comprare quello di devart.

> tutto puo' essere, ma ritengo Berlin un buon prodotto

Sono contento per te.


> Ma VS ti permette di mescolare codice Html e javascript ?
Certo che si.
Per quel (poco) che so, oramai javascript, declinato sotto forma delle varie
librerie disponibili, è diventato un pezzo importante dello sviluppo web.


A.
Alberto Salvati 23 Feb 2017 09:21
> per mescolare le carte aggiungiamo PHP, ora OOP sicuramente idoneo per
> creare pagine web dinamiche.

Come python, java, asp.net e, come suggerito in altro thread, GO.

Nota di colore...
Ad un ******* del JUG di Milano un tizio ex java, passato poi a PHP e poi
tornato a Java, parlava di questo suo ritorno a java con un senso di enorme
sollievo per aver mollato PHP.
Ovviamente, ma non per tutti, è una cosa da prendere con le pinze, non essendo
supportata da dati oggettivi!

> visti i casi sopra vale la pena fare un WCF ? , quello che serve non e'
> piu' simile ad un WebForm ? PHP puo' ottenere risultati equivalenti ad
> Asp.Net forse in modo piu' pulito (manutenzione codice)

Stai facendo un po di confusione. Allora:

1) wcf sta per Windows Communication Fundation.
E' l'evoluzione del vecchio remoting, presente nelle prime versioni del
framework .net. Quindi, WCF *non è interfaccia utente"*.

2) WebForm è una tecnologia di .net OBSOLETA DA DIMENTICARE.
E comunque, WebForm **è SOLO interfaccia utente**.

3) un confronto tra WCF e Webform non ha senso, trattandosi di tecnologie che
fanno cose diverse, un po come confrontare un auto con un frullatore.

4) ** allo stato attuale, in asp.net la VIA è MVC **

> e per completare "tutto ed il contrario di tutto", ci sono sostenitori

CHI? DOVE? NOMI E COGNOMI? LINK? ETC ETC ETC

> che indicano Asp.Net non la migliore tecnologia per pagine web,

Questi "sostenitori" hanno DATI OGGETTIVI per supportare questa loro tesi?

...si..scusa il francesismo, ma me so rutto proprio o'kaz di quella nutrita
schiera di persone le quali, a prescindere dal COSA, per dirla alla napoletana
"parlano 'a schiovere" (trad: a vanvera) dicendo tutto ed il contrario di tutto
ma SENZA MAI PORTARE DATI OGGETTIVI, E SPESSO PARLANDO PER SEMPLICE SENTITO
DIRE...!
Basta con l'aria fritta, e ke kaz!

> che MS
> per ASP.NET abbia copiato PHP, stessa cosa con C# e Java.

1) ..quindi...??
2) MA CHI SE NE FOTTE?? :-d

A.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Il linguaggio di programmazione Delphi | Tutti i gruppi | it.comp.lang.delphi | Notizie e discussioni delphi | Delphi Mobile | Servizio di consultazione news.